Siamo nella fase 2, perchè mi sento cosi’ spossata e impaurita?

 

Molti di voi mi chiedono spiegazioni

sulla sensazione di malessere di questo periodo:

è iniziata la fase 2, dovrei sentirmi più sollevata, energica e invece non riesco a reagire…mi sento spossata, nervosa, dormo male, in ansia.

Come mai??

Cosa posso fare??

 

 

Mi fa piacere confrontarmi su questa domanda perché anch’io me la sono fatta, anch’io la sto sperimentando e mi fa piacere condividere le mie riflessioni. All’inizio della fase 1 mi sentivo paradossalmente piena di energia, poi piano piano è andata scemando e oggi alterno momenti diversi.

Prima di tutto, dobbiamo chiederci

 

COSA CI E’ SUCCESSO??

 

Da un giorno all’altro ci è piombata addosso questa EPIDEMIA che nel giro di pochi giorni è diventata PANDEMIA…improvvisamente ci hanno chiesto di chiuderci in casa con una paura altissima di ciò che stava succedendo là fuori casa, ci siamo sentiti in guerra…

 

La nostra mente ha introiettato immagini, sentito le emozioni, sentito la paura, le ha registrate…forse quella più forte è stata quella dell’esercito che portava le bare in fila nella città silenziosa e deserta di Bergamo, lo so che ve la ricordate!

 

COSA CI E’ SUCCESSO? Il nostro corpo ha reagito producendo gli ormoni dello stress e della vigilanza…adrenalina e noradrenalina come se non ci fosse un domani PERCHE’? perché dovevamo tenere sotto controllo l’umore, non farci sopraffare…abbiamo cominciato a lavorare da casa, pulire, cucinare, chiamare amici che non sentivamo da anni…i movimenti di solidarietà non si contano. ABBIAMO ATTIVATO LE AREE DI REAZIONE AL PERICOLO, LO STATO DI ALLARME

 

Tutto questo è protettivo ma se dura giusto il tempo di difenderci, se dura per la fase acuta. Sapete bene che se il nostro cervello mentalizza che deve difendersi attiva ogni parte del corpo: la circolazione, la sudorazione, il battito cardiaco (prima per sconfiggere gli animali selvatici, oggi per affrontare il prossimo esame all’università o il lavoro per il capo)

….benissimo, guai se non ci fosse l’adrenalina a renderci più reattivi ma se questa fase dura mesi….al nostro corpo cosa succede????

Provate a pensare alla macchina con l’acceleratore premuto per km, il motore scoppia…o non so che altroJ

 

Ad un certo punto la fase acuta però è passata e il nostro corpo ha potuto reagire attraverso 2 risposte:

 

  1. l’ipoattivazione, cioè continuiamo a far funzionare solo alcune parti del cervello (quelle protettive) lasciando spente le altre, quelle del piacere legato a se stesso, quelle aree dedicate al nostro benessere senza scopi protettivi

 

  1. ipervigilanza cronica, gli uomini sono geneticamente predisposti a ricordare le sensazioni che ci fanno mettere in allerta, per proteggerci (chiunque lo avrà provato subendo un trauma, ad esempio se sono entrata in casa e l’ho vista svaligiata dai ladri, non devo necessariamente ritornare in quella situazione per rivivere le emozioni che avevo provato…posso riprovarle fisicamente semplicemente ricordando le immagini della situazione) perché? Perché il nostro corpo è un sistema sofisticatissimo e registra le emozioni negative per cercare di non farcele ripetere, almeno cercaJ

 

Ecco, ora pensate a cosa ha registrato la nostra mente in questi 2 mesi: che tutto la’ fuori dalle nostre quattro mura è pericoloso, può farci del male come noi là fuori possiamo farci del male!!

 

COSA ABBIAMO PERSO IN QUESTO TEMPO?

 

  • la PREVEDIBILITA’: cosa sta accadendo intorno a me?
  • La LIBERTA’ DI MOVIMENTO: non è solo la possibilità di muoverci fino a 200m o fuori dalle Regioni, è la possibilità di deciderlo sul momento
  • IL SENSO DEL TEMPO: siamo la generazione del tempo scandito da mille impegni, oggi fai anche tante cose ma alla sera non ti è chiaro cosa hai prodotto
  • LA SICUREZZA: sicurezza non solo intensa come guanti e mascherine per proteggermi ma come la consapevolezza che siamo fragili, che improvvisamente basta un virus che può cambiarci tutta la vita, che può distruggere il pianeta!!! Ci ha tolto la terra da sotto i piedi…
  • LO SCOPO DELLA QUOTIDIANITA’: non vi capita di pensare alle cose e poi di chiedervi “e se poi…ci chiudono…e se poi non serve a niente, e se poi cambia ancora, e se poi….
  • LA PROGETTAZIONE DEL FUTURO: e quindi ci chiediamo come sarà il nostro futuro? Dove sarò? Come saremo messi?

 

E TUTTO QUESTO COSA CI HA PROVOCATO???

 

Vediamo se vi ritrovate anche voi…

  • ansie
  • irritabilità e abbassamento della soglia della tolleranzaio sono in casa da 2 mesi e questo qua se ne gira senza mascherina per ricontaggiarci tutti….io lavoro tutto il giorno e la mia amica fa ginnastica tutto il giorno!!!
  • Disturbi del sonno…avete notato che sogniamo tanto? Perché abbiamo tanta emotività da far sgorgare…
  • Problemi di concentrazionemi ero detta di leggere tanto e invece non riuscivo! Perché erano troppi i pensieri dentro alla nostra testa…

 

Sensazioni brutte da cui si cerca di scappare magari “anestetizzandoci” con i palliativi…i farmaci, l’alcool…il cibo! Attenzione anestetizzano ma non fanno altro che indurre la nostra mente a rimanere nello stato in cui è

 

LA NOSTRA MENTE INVECE DEVE ANDARE OLTRE

DEVE SUPERARE LO STATO DI IPERVIGILANZA, SOLO COSI’ POTREMO RIATTIVARE QUELLE PARTI DEL CERVELLO ADDORMENTATE, SPENTE!

SOLO COSI’ POTREMO RISENTIRE L’ENERGIA!!

 

L’ENERGIA TORNA SE RIATTIVIAMO LE PARTI DEL CERVELLO RELEGATE AL PIACERE, AL BENESSERE….ristorando il nostro corpo!

 

COME POSSIAMO FARE???

 

Ascoltandoci, chiedendoci MA COSA CI PIACE ANCORA FARE?

 

Io sono uscita, ho fatto una passeggiata al sole…vi assicuro che il sentire il calore del sole sulla mia pelle, la brezza dell’aria, il rumore dell’ambiente, le voci…mi hanno regalato una sensazione di benessere!

La sera dopo ho fatto una passeggiata con un’amica, certo munite di mascherine e distanze….bè era chiaro che stavo RIPRODUCENDO IMMAGINI E SENSAZIONI PER LA MIA MENTE POSITIVE DI TRANQUILLITA’ (si può provare piacere e lo si può fare in sicurezza!)

 

LA MIA MENTE STAVA REGISTRANDO NUOVI IMPULSI….e io al ritorno mi sono sentita carica di energia!

 

ECCO QUESTO DOBBIAMO FARE, REGISTRARE NUOVE SENSAZIONI PER TRANQUILLIZZARE LA NOSTRA MENTE, SOLO COSI’ IL NOSTRO CORPO COMINCERA’ A REAGIRE DIVERSAMENTE, A RITROVARE IL BENESSERE!!

 

Molti di voi riusciranno, sforzandosi, a ricominciare da soli e vedrete che piano piano anche il vostro corpo reagirà.

Altre persone non riusciranno da soli, non perché sono inadeguati ma per le loro storie pregresse, per la loro storia attuale…ci sono persone che in questo periodo hanno perso dei cari, stanno perdendo il lavoro o stanno avviando una separazione….le energie spesso sono già rivolte altrove.

 

Buona ripartenza a tutti

vivendo insieme questa nuova normalità!!!!!

 

 

 

Dr.ssa Emanuela Iappini