EMERGENZA COVID-19 SOPRAVVIVERE ALLA MORTE IMPROVVISA DEI NOSTRI CARI


Stavo pensando a quale tema approfondire per contribuire professionalmente a questo tragico momento….e l’ennesima notizia tragica di stamattina della morte di una persona cara non mi ha dato scelta.

Quante persone, ogni giorno di più, maledetto virus, sono oggi piombate nell’inferno del dolore più assordante…la morte improvvisa di una persona che ami, senza averla potuta accompagnare, senza averle potuto dire “ti voglio bene” prima che chiudesse gli occhi per sempre.

Questa impotenza ci fa sperimentare la sensazione di non riuscire a gestire i sentimenti di dolore, di rabbia e di angoscia che seguiranno.
Dolore perché non rivedremo più la persona amata, rabbia perché sembra così tutto ingiusto, inaccettabile, perché “proprio a me”, perché non sappiamo con chi prendercela se non con “qualcosa che non vediamo”, angoscia perché non possiamo sapere quanto ha sofferto, quanta paura ha avuto.

Ecco, ASCOLTATE I VOSTRI SENTIMENTI: dolore, rabbia e angoscia…
Si la prima cosa da fare è fermarvi per ascoltare le vostre emozioni. Non vi renderà più fragili ma è da qui che bisogna passare se vogliamo alleviarle, altrimenti irromperanno diventando assordanti fino a sfinirvi. La nostra mente è una forza, se non vi fermate voi farà in modo di fermarvi lei pur di essere accolta.
Dopo aver “visto” i vostri sentimenti, SCRIVETE…SCRIVETE, RACCONTATE…di ciò che provate su un quaderno, tutto, anche la rabbia, tutto.

Solo dopo aver riconosciuto e liberato le vostre emozioni potrete cominciare a RICORDARE la persona amata, scrivendole, parlandole, raccontando a lei tutta la vostra fatica, il vostro dolore.

Vi scoprirete piangere, fatelo. Proverete ansia, smarrimento, infinita tristezza…non può essere altrimenti, non siete deboli, siete umani, siete sensibili. Siete persone che hanno bisogno di tutto il calore possibile nel periodo più difficile possibile, in cui gli abbracci non sono possibili per ora e allora FATEVI AVVOLGERE DALLE PAROLE.

Telefonate, videochiamate tutte le persone che vi vogliono bene, fatevi avvolgere dal calore delle parole. Non chiudetevi, non isolatevi. Mai. Dovrai sforzarti, fallo.

Piano piano…diventerai RESILIENTE, aggiungerai risorse a già quelle che hai…piano piano il dolore ridurrà la sua voce e riuscirai a sentire la tua e anche la sua, piano piano con tutto l’aiuto possibile.

Sono vicina con il cuore a tutte le persone che hanno perso una persona amata, cara, a tutte le persone sole e a quelle che si sentono sole.
Vi abbraccio tutte insieme

#insiemecelafacciamo

PS: nel prossimo post affronterò di come aiutare i nostri bambini a sopravvivere alla perdita dei propri cari, molti bambini e ragazzi stanno perdendo i nonni, lasciando in loro un vuoto enorme ed un trauma non facile da superare